Ago
29
Cataratta nel mondo: Europa

L’Europa è una delle aree del mondo in cui si effettuano più operazioni di cataratta. Questo perché l’Europa sta invecchiando molto velocemente mentre le nascite stanno calando, ma non solo.

Un po’ di numeri

Secondo le stime dell’ente statistico Europeo, Eurostat, nel 2016 sono state effettuate 4 milioni e mezzo di operazioni di cataratta in Unione Europea. Tra i Paesi in testa troviamo Portogallo, Francia, Austria e Belgio. L’Italia si piazza tredicesima, mentre i Paesi con meno operazioni effettuate sono la Slovacchia, l’Irlanda e Cipro.

Un’operazione tecnologica, sicura ed efficace

Come area del mondo sviluppata, l’Europa può contare su tecnologie più avanzate per l’operazione alla cataratta, che la rendono una chirurgia sicura ed efficace. La prospettiva di una qualità di vita migliore e l’alto profilo di sicurezza fanno aumentare le richieste per questo tipo di chirurgia. Infatti, molti pazienti con un’età inferiore a quella media stimata per un’operazione della cataratta stanno richiedendo di essere operati nel nostro continente.

img1 cataratta ed europa

Questo significa che non appena compaiono i primi sintomi di opacizzazione del cristallino, un paziente europeo tenderebbe a sottoporsi all’intervento per non rinunciare ad una visione ottimale e alla conseguente qualità di vita.

Un’operazione semplice, veloce e che fa stare bene

È vero che la popolazione europea sta invecchiando, ma l’aspettativa di vita si sta anche allungando. Aumenta così il bisogno di una vista migliore che ci consenta di vivere serenamente e di svolgere senza problemi le attività quotidiane, tra cui l’utilizzo dei computer e degli smartphone.

Inoltre, gli avanzamenti tecnologici raggiunti per questa chirurgia hanno diffuso nel nostro continente la pratica di non ospedalizzare più i pazienti per un’operazione di cataratta, ma di risolvere il tutto in day hospital.

I sistemi sanitari europei e l’operazione di cataratta

Tendenzialmente, le strutture sanitarie in Europa possono essere pubbliche o private, così come le operazioni chirurgiche. Un paziente europeo può scegliere se sottoporsi gratuitamente ad un’operazione di cataratta standard con impianto di lenti standard, monofocali, offerta dal sistema sanitario nazionale. In alternativa, può ricorrere ad istituti privati con tecniche più innovative e lenti speciali, dette premium, pagando l’intera operazione e senza rimborsi. 

Una strategia europea dalla parte del paziente

Alcuni Paesi europei come Francia, Danimarca e Paesi Bassi stanno adottando un sistema di “condivisione del pagamento” in cui il paziente assicurato dal Sistema Sanitario Nazionale può usufruire di un’operazione con l’impianto di lenti intraoculari premium pagando l’extra (le lenti speciali) e venendo rimborsato per il costo dell’operazione standard. 

I Paesi europei stanno lavorando anche per stabilire un’uniformità nella pratica e nelle modalità con cui viene condotta la chirurgia della cataratta nei vari Paesi attraverso linee guida e associazioni europee di oculisti specializzati che dibattono e si confrontano. Tutto ciò per il bene del paziente, che nel contesto europeo è al centro dell’attenzione.