Giu
20
La cataratta e il glaucoma

Cos’è il glaucoma?

Il glaucoma è una malattia oculare che porta ad avere un’alta pressione all’interno dell’occhio, chiamata pressione intraoculare. Secondo i dati, ne sono affetti 55 milioni di persone al mondo.

Un’elevata pressione intraoculare non curata può portare il paziente a non vederci più; ed è per questo motivo che si deve effettuare quanto prima una diagnosi del problema tramite un semplicissimo esame oculistico. Questo esame viene fatto utilizzando un macchinario particolare chiamato tonometro.

In modo del tutto indolore, questo strumento  “soffia” un po’ di aria sulla superficie dell’occhio in modo da verificare se la situazione della pressione intraoculare è buona o se c’è qualcosa che non va.

Il glaucoma, se non trattato, danneggia progressivamente il nervo ottico e in molti casi potrebbe rendere un po’ più delicato qualsiasi intervento chirurgico all’occhio, tra cui l’operazione di cataratta.

Si può operare la cataratta in presenza di un glaucoma?

Un’operazione di cataratta su un paziente affetto da questa patologia è possibile, ma richiede una maggiore attenzione da parte dello specialista, che dovrà valutare qual è la soluzione migliore per evitare spiacevoli inconvenienti.

I recenti progressi tecnologici e scientifici stanno ampliando le possibilità per il medico di eseguire con tranquillità un’operazione di cataratta in un paziente con glaucoma, ma questo dipende da caso a caso.

In alcuni casi l’operazione di cataratta può addirittura portare benefici al paziente affetto da glaucoma. Infatti, molti studi dimostrano che l’operazione di cataratta diminuisce la pressione intraoculare negli occhi affetti da glaucoma in molti casi, ma non in tutti.

In buone mani.

Glaucoma

Questo dipende principalmente dalla tipologia di glaucoma diagnosticato. Il vostro specialista saprà valutare che strada prendere già misurando  la pressione intraoculare in fase preoperatoria; cioè prima che l’operazione di cataratta sia eseguita. Nel caso in cui un paziente glaucomatoso venga operato alla cataratta, lo specialista avrà particolare cura e attenzione anche in fase post operatoria. Terrà monitorata la sua pressione intraoculare in modo che non vi siano sbalzi, e regolerà la terapia anti-infiammatoria nel modo più adeguato.

Il parere del vostro specialista rimane comunque la fonte più attendibile a cui rivolgersi in questi casi particolari. La cosa importante da tenere a mente è di sottoporsi sempre a visite di routine presso il vostro specialista per diagnosticare tempestivamente qualsiasi problema, mantenere sotto controllo il glaucoma e vivere più sereni.